Monitoraggio e report: quando il business richiede una marcia in più!

Quante volte ho ripetuto la regola aurea di ogni progetto? Ogni attività deve essere organizzata, gestita e misurata. Oggi applico questo principio sul mio business! 

Oramai non sapevo più in quale salsa dirlo: ogni attività che vien messa in piedi implica una consapevolezza, una vera e propria lucidità gestionale.

Strategia in primis, monitoraggio e report dopo

All’inizio sembra sempre tutto una super idea, si è galvanizzati al pensiero! Via via si prende coscienza della realtà dei fatti.

Con in mano un business model canvas ho realizzato il mio funnel: a chi mi rivolgo, qual’è il valore aggiunto sul mercato, i canali distributivi, le risorse chiave, costi e ricavi. Questo 1 anno e mezzo fa.

Nel tempo ho aggiustato la strategia di business e commerciale: visitare diverse realtà ed eventi di settore mi ha permesso di testare il mio valore aggiunto.

Prendi mai nota delle richieste e quante ne ricevi dopo una dimostrazione?

Hai mai realizzato un questionario per misurare il livello di soddisfazione?

Spesso gli spunti sono dietro l’angolo, siamo noi ad essere timorosi perché maggiori informazioni significa, nella nostra mente, maggiore impegno quindi procrastiniamo. Questo non aiuta!

Monitoraggio e report a fine progetto!

A Ottobre 2017 ho cambiato casa: pur rimanendo sempre a Milano, il trasloco è stato devastante…. 6 mesi di preavviso e nuovi padroni di casa che spariscono in un schiocco di dita, affitti improponibili a confronto di quanto offerto. Una nota positiva: hanno dimostrato la pasta di cui son fatti, per me è stata una occasione per conoscere e soprattutto per fare pulizia. Non puoi immaginare quanto ho accumulato in un anno e mezzo.

La voce affitto è stata la prima voce personale che ho rivisto, per vivere con il necessario!

In questi ultimi mesi mi sono rifilata dietro le quinte, messa in disparte: il mio business mi è scoppiato letteralmente in mano. Mille e mila progetti da mettere in piedi solo dal lato consulenziale.

Insieme alla mia startup food: Una Rasdora Single In Cucina che ha richiesto la presentazione del progetto al Comune di Milano, fondazione e incubatore. Sviluppato la parte commerciale, gestito i miei limiti, visto creare un piccolo team, il budget.

La salute è stata un altro campanello di allarme: insonnia, stress, ansia.

BEEEEP! mayday mayday! abbiamo un problema!

E’ stato necessario rivedere la strategia, quella che fino ad ora dava risultati. Lo dovevo a me stessa, a chi collaborava con me e a chi sceglie ogni volta i miei servizi. Una rivalutazione a beneficio di tutti.

Da questo periodo di rallentamento ho seminato un nuovo terreno con piante nuove e butti ancora buoni delle precedenti piante. A questo serve il monitoraggio e il riallineamento con quanto sentiamo nostro. Da questo periodo sono nati 3 nuovi servizi, dove ho racchiuso tutte le mie competenze:

1 – MENTOR

se vuoi mettere in pratica i concetti grazie al supporto di un mentor dedicato. Subito;

2 – TUTTI IN CAMPO

se devi delegare la gestione della comunicazione durante gli eventi: sia che organizzi tu sia dove partecipi soltanto, sia in toto sia in parte;

3 – SU MISURA PER TE

se vuoi inserirmi nel tuo team, per delegarmi  attività specifiche oppure attività a 360°. Solitamente in formula part-time.

 

I nuovi servizi ti permettono di ottenere competenze specifiche, per il tempo necessario.

Valuta le tue esigenze: agli interessati riservo 15 minuti gratuiti via Skype e se rispecchio quanto ricerchi iniziamo a lavorare insieme, in questo modalità e compensi.

Prenota la tua chiamata selezionando il giorno dalla mia agenda e scoprirai quanto posso fare per te e il tuo business!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *