La pianificazione perfetta non esiste!

Organizzi il tuo lavoro secondo la pianificazione perfetta, non è così? Non c’è niente di cui stupirsi se la risposta è NO perché…. rullo di tamburi…. la pianificazione perfetta non esiste e ti svelo come puoi trovare la soluzione adatta a te!

Tutti ti raccontano della pianificazione perfetta, che se sei bravo ti farà risparmiare un sacco di tempo e potrai oziare di più. Balle, tutte balle! Guarda caso questo non accade, chi te le racconta non segue i consigli che dispensa agli altri e tu ti senti sempre più fallito.

La pianificazione perfetta non esiste!

Rispondiamo agli stimoli in modo diverso, il vissuto non è il medesimo. Chi è resiliente e chi non lo è… dai guardiamoci in faccia seriamente: vuoi raggiungere un obiettivo oppure stare sul divano?

Se rispondi la seconda allora la vediamo in due modi diversi….. dici che ho sentito male perché vuoi raggiungere il tuo obiettivo? Ok allora allaccia le cinture, partiamo!

Seduta ti ritrovi davanti a tante cose da fare? Bene in primis ti consiglio cosa NON FARE: una lista! Anzi utilizza uno di quei tool di project management gratuiti o freemium disponibili online! Magari hanno pure l’app mobile. Ti consiglio Trello e nella bacheca scrivi tutto quello che ti viene in mente. Poi scegli tra:

  1. inizia a fare piano piano ogni task, acquisendo fiducia serenità oppure
  2. dare un ordine di priorità alle cose più importanti suddivise per giornate e magari anche per orario cioè tempo richiesto

Comunque a giornate va già bene, e inizia a fare: ogni problema o dubbio annotalo poi affrontalo una alla volta e se hai bisogno di aiuto chiedi, se devi documentarti documentati per fare… vedrai la serenità e l’organizzazione guadagnata.

Sono all’opera con la MIA pianificazione perfetta

Come ti dicevo: la pianificazione perfetta non esiste. Spesso vi sono modelli prestampati di agende o calendari ragionati su di una quotidianità tipo. Sempre tutto entusiasmante ma è portare avanti quella filosofia il vero problema.

quando non senti tua una cosa allora fai fatica a gestirla, tendi a farla dopo e cioè mai… procrastini e lo stomaco si attorciglia prima e dopo per i sensi di colpa, sai che non stai facendo!

Esiste la TUA pianificazione perfetta!

Dopo un periodo stressante ho detto basta: Milano sa essere impegnativa e io avevo bisogno del calore e dei ritmi di casa per ritornare in equilibrio ma in quel momento non era possibile. Ecco che lo scorso Luglio ho messo avanti solo le PR per Settembre e Ottobre, in attesa di rientrare in Emilia. Non ne potevo più della città ma sapevo che avevo tutte le carte in regola per FARE!

Ad agosto ho pianificato a razzo questa piattaforma, 3 giorni di relax, poi è arrivato il turno della Rasdora.

Quando mi bloccavo cercavo tempo e cercavo la rete per un feedback, più agivo così e più ero galvanizzata per partire e dalle colleghe ricevevo input che mi annotavo.

Una perplessità alla volta ho affrontato ogni apparenza e sempre più stimoli venivano fuori. Ho annotato tutto, mi son fatta l’idea di come doveva essere. Questo aiuta perché quando riaffronti il tema sai quello che devi fare o comunque come deve andare e se ci sono gli imprevisti puoi contare sul macro-confine che ti aiuta a decidere perché l’obiettivo è sempre chiaro e davanti a noi.

La pianificazione ti fa sentire più padrona del processo, più consapevole e capace ma sopratutto ti fa risparmiare tempo nel dopo!

fatto è meglio di perfetto e occuparsi è meglio di preoccuparsi!

Aggiungo: ti aiuta anche a gestire quello che deve essere migliorato!

E’ ovvio che questi sono solo i miei consigli: ciò che puoi fare è leggerli e mandarmi a quel paese (no dai! :-D) oppure testarli su di te e vedere il risultato.

Quando ti domandavo se Settembre fosse il mese della pianificazione o dell’azione, segnalavo un tool molto utile insieme ad alcuni spunti per il suo utilizzo (il mio e lo scopo con cui è nato). Spunti nati dalla mia esperienza!

Fammi sapere se trovi la tua pianificazione perfetta, condividere è davvero potente 😉

A presto,

Elena

PS: Desideri approfondire?Approfitta dei 30 minuti gratuiti e non impegnativi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *