Nella mente di un community manager

nella mente di un community manager

Sei curioso di conoscere chi risponde ai commenti e condivide i post nella fanpage? Hai avuto una breve esperienza come community manager ma vorresti approfondire il profilo professionale?

Scopri come entrare nella mente di un community manager e comprendere le attitudini necessarie a creare engagement e risolvere situazioni di crisi!

Chi è il Community Manager?

Grazie alla jobrevolution entrano, per direttissima nel mercato del lavoro, nuovi profili professionali volti a soddisfare le emergenti necessità. Le nuove professioni del web, come ci accingiamo a chiamarle oggi, rispondono alle nuove esigenze volte prevalentemente a generare interesse (se pur sotto diverse forme) attorno ai brand e ai loro prodotti.

Primo fra tutti, non per importanza, è il community manager.

A una prima osservazione, la definizione di Community Manager rilasciata da CommunityManagerFreelance.it racchiude brevemente il significato che si nasconde dietro a questo nuovo profilo:

community manager nuove professioni e competenze

Al contrario le nuove professioni del web etichettano il Comunity Manager come il portabandiera della comunità. Il suo compito si rispecchia nell’ anima empatica e flessibile, capace quindi di parlare con i fan condividendo medesimi valori. Difatti il CM persegue la filosofia del:

Non condividiamo messaggi. Condividiamo una passione – Le nuove Professioni del Web

Creare e tessere relazioni con le persone che sostengono il brand è l’attività principale. Al suo interno però, sono inclusi anche coloro che accedono per esprimere il proprio dissenso nei modi più colorati, nonostante possibili accuse che sfociano in situazioni di vera crisi. Crisi che può essere generata dalla scarsa attenzione del CM o del cliente stesso.

Per entrare nella mente di un

Community Manager devi sapere che..

Per entrare nella mente di un community manager dobbiamo partire dalle attività di cui è responsabile. Per farlo utilizziamo l’infografica che raffigura, per eccellenza, questa nuova professione.

nella mente di un community manager e comprendere la nuova professione

Il Community manager è colui che gestisce le community online (spesso riunite nelle Fanpage), e segue lo sviluppo delle relazioni al suo interno per questo è un po’:

  • Pinata

Nella community il CM ha il compito di far divertire, o meglio intrattenere e coinvolgere i fan/follower con attività divertenti e simpatiche. A primo impatto possiamo pensare ai concorsi a tema, ai post – quiz utili per scoprire le preferenze degli utenti, alle sfide fra ingredienti e molte altre tipologie di contenuti capaci di generare scherzi, coriandoli e arcobaleni sui volti dei fan/follower.

  • Concierge

Il CM svolge le veci del padrone di casa: fa sentire le new entry le benvenute ma, al tempo stesso, se qualcun’ altro fan/follower dimostra di avere un problema da risolvere, bisogno di chiarimenti in merito a iniziative, di dover ricevere risposte dettagliate.. il Community Manager dedica a loro attenzione sia nei messaggi pubblici sul diario, sia nei messaggi privati. Si occupa dei loro bisogni.

  • Scultore

Essere il portabandiera di una community online significa parlare la stessa lingua dei fan/follower, condividere con loro gli stessi valori. Al tempo stesso il CM si interfaccia anche con il brand (cliente), al quale presenta insight rilasciati dagli utenti, i valori di fondo della community e i messaggi potenziali volti sia volti a incrementare il coinvolgimento, sia a mantenere il livello di interesse raggiunto e sia a stimolare nuovi trend.

  • Guerriero dello spam e dei troll

Purtroppo i fan/follower non sono i soli abitanti della community. Infatti ve ne sono altri e poco simpatici per di più, parlo di utenti spam e troll (esempio i grammar nazi). I primi setacciano la rete in cerca di altre community in linea con i propri valori, una volta individuate iniziano e inserire commenti o post sul diario davvero fastidiosi  ( e in realtà non in linea con i valori della community) mentre i secondi si divertono a infastidire la community e l’operato dello stesso Community Manager mediante profili fake (spesso e volentieri!). Come reagire? sicuramente pubblicando una policy, condivisa con il cliente, il CM è legittimato a nascondere i contenuti – spam e a non dare eccessivamente ascolto ai disturbatori.

  • Empatico

Relazionarsi con altri individui non è cosa semplice ma in questa professione è una capacità essenziale (allenala bene!). Il CM è chiamato a tener alte le antenne così da poter captare le giuste vibrazioni da poter toccare, o meno, durante la gestione delle relazioni.

  • Mediavore

Il Community Manager per gestire e sviluppare le relazioni conosce le logiche di base di ogni canale media, per poter creare il giusto spazio in cui dare voce alle passioni di fan/follower.

  • Vigile del traffico

Sia in privato, sia in pubblico i fan/follower possono inviare richieste che il CM non è in grado di rispondere direttamente. Per questo, alle volte, indossa la divisa e invia le singole richieste ai reparti aziendali di riferimento.

  • Cheerleader

Il CM è il portabandiera della community online: si farà leader di messaggi, delle attività e dei valori che permettono un dialogo fra i fan/follower e lo stesso brand.

  • Giardiniere

nell’osservare le conversazioni che avvengono all’interno della community, il CM percepisce nuovi trend al quale dare forma per incrementare l’engagement ad esempio.

  • Spugna

Non si deve trasformare in Spongebob 🙂 ma assorbire il sentiment della community per valutarne lo stato di salute.

Desideri ancora entrare nella mente di un Community Manager?

Se la breve e sintetica descrizione di questa nuova professione del web ti incuriosisce ancora di più, butta un occhio su queste risorse:

 

Sempre convito? Arrotola le maniche e.. buon lavoro! 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *